FRANCESCO RENGA L’ALTRA META’

FRANCESCO RENGA L'ALTRA META'

15,00

FRANCESCO RENGA L’ALTRA META’

15,00

21-22 Novembre 2019
Partenze:

* ore 15.30 da San Michele Salentino,

* ore 15.45 da Francavilla Fontana,
* ore 16.00 Grottaglie,

* ore 16.15 San Giorgio,
* ore 16.30 Taranto,
* ore 16.50 Massafra,
*ore 17.10 Mottola-San Basilio 
– Arrivo a Bari presso il “Teatro Team” per assistere al concerto;
– Al termine dell’evento partenza per il rientro.

Svuota
Quantità
COD: N/A Categoria: Tag: Categoria icon

Una voce che lascia traccia

Francesco Renga, nato a Udine il 12 giugno 1968, ha coltivato fin da piccolo la passione per il canto, forgiando e perfezionando sempre di più quella voce intensa e calda che è la sua caratteristica principale e che lo rende inconfondibile.
Il primo concorso che lo vede protagonista, nel tentativo di uscire dall’asfittico mondo dei canonici scantinati in cui ogni anonimo musicista è costretto a provare, è quello fra band bresciane denominato “Deskomusic”. Renga ha solo sedici anni ma già un’ottima presenza scenica; il suo gruppo si chiama “Modus Vivendi”, fondati appena un anno prima con alcuni amici.
Ma a quel concorso è iscritto anche un altro gruppo destinato a segnare la biografia di Renga, gli allora sconosciuti “Precious Time”, poi diventati “Timoria”. Fra la giovane band bresciana e il cantante in erba scocca il feeling e Francesco si trasferisce armi e bagagli, per così dire, da loro. Ottima scelta, a quanto pare, visto che l’anno dopo non solo il gruppo vince la seconda edizione del medesimo concorso ma, cambiato il nome appunto in Timoria, saranno il brodo di coltura in cui Renga ha modo di sviluppare il suo talento artistico per i successivi tredici anni.Molto amati dai giovani, i Timoria fanno subito tendenza e in un breve lasso di tempo eccoli calcare i palcoscenici di tutta Europa in decine di concerti.
Alla fine del 1998, però, qualcosa si spezza e Renga lascia i Timoria.

Francesco Renga negli anni 2000

Il suo ritorno sulle scene avviene da solista, nel 2000, con l’uscita dell’omonimo “Francesco Renga”. Un album che, a sentire le parole dello stesso Renga, non rivela ancora del tutto le potenzialità del song-writer bresciano. Esplode invece l’anno dopo, durante la per lui fondamentale partecipazione a Sanremo Giovani con “Raccontami”, che gli vale il Premio della Critica. “Tracce”, il disco della definitiva affermazione come solista presso il pubblico, esce nel 2002 contemporaneamente alla sua nuova partecipazione a Sanremo (questa volta tra i Big) con “Tracce di Te”.
Francesco rappresenta una solida realtà del panorama musicale nazionale ed è sempre pronto a stupire con nuovi intensi lavori. Uno dei suoi grandi successi è “Angelo”, canzone con la quale nel 2005 ha vinto la 55ma edizione del Festival di Sanremo.

Nel 2007 esce “Ferro e cartone”, il suo quarto album. Nello stesso anno esce anche il primo libro di Francesco Renga, intitolato “Come mi viene“. Nel 2008 collabora con il gruppo sardo Tazenda, nella canzone “Madre Terra”. Negli anni successivi pubblica “Orchestraevoce” (2009), album che ripropone alcune canzoni italiane degli anni ’60, e “Un giorno bellissimo” (2010).

Gli anni 2010
Nel 2011 vince il disco d’oro con il singolo “Un giorno bellissimo”. Sal sul palco di Sanremo, ma solo per duettare con i Modà ed Emma Marrone per il brano “Arriverà”. Firma poi il brano “Il tempo migliore” per Davide Mogavero. Torna al Festival di Sanremo 2012 con il brano “La tua bellezza”. La partecipazione anticipa l’uscita della sua prima raccolta, “Fermoimmagine”.
L’anno seguente canta “La vita possibile”, una canzone scritta per il film “Razza bastarda”, di Alessandro Gassmann. E’ ospite inoltre dell’album “Max 20” di Max Pezzali cantando “Eccoti”.
Nel 2014 torna di nuovo a Sanremo con i brani “A un isolato da te” e “Vivendo adesso”, quest’ultimo scritto da Elisa Toffoli: si classifica quarto. Esce poi il sesto album in studio di Francesco Renga: “Tempo reale”. Il singolo “Il mio giorno più bello nel mondo” diventa disco di platino.
All’inizio del 2015 esce il singolo “L’amore altrove”, inciso insieme a Alessandra Amoroso. Dall’11 aprile dello stesso anno Renga è scelto come giudice fisso alla 14ª edizione di Amici di Maria de Filippi insieme a Loredana Bertè e Sabrina Ferilli. Sempre nel 2015 finisce la sua relazione sentimentale con Ambra Angiolini.
L’anno seguente pubblica un nuovo album: “Scriverò il tuo nome”; tra gli amici autori dei brani vi sono Ermal Meta, Francesco Gabbani e Nek. Nel 2017 porta scena uno tour dal vivo assieme a Nek e Max Pezzali, con i quali ha inciso il singolo inedito “Duri da battere”. A febbraio del 2018 partecipa come super ospite alla quinta puntata del 68º Festival di Sanremo, cantando insieme a Claudio Baglioni, Nek e Max Pezzali il brano “Strada facendo”. Nel 2019 – con ancora Baglioni come direttore artistico del Festival, come l’anno precedente – Francesco torna a partecipare a Sanremo come concorrente, presentando la canzone “Aspetto che torni”.

0

Torna Sopra

X