Covid, in Europa c’è l’accordo sul “green pass”
Commenti disabilitati su Covid, in Europa c’è l’accordo sul “green pass”

E’ stata raggiunta ieri sera l’intesa tra Parlamento, Commissione e Consiglio Europeo sui certificati digitali per facilitare i viaggi all’interno dell’Unione Europea.

Il “green pass”, se approvato dal Parlamento europeo, entrerà in vigore il 1 luglio, sarà disponibile sia in formato digitale che cartaceo.

Ecco i dettagli sul Green Pass, il Certificato Verde Digitale sarà un documento cartaceo o elettronico che attesterà che una persona:

  • Sia stata vaccinata per il Covid-19.
  • Abbia effettuato un test, risultato negativo, al Covid-19 entro 48 ore.
  • Sia guarito dal Covid-19 da massimo sei mesi.

Attestazione utile per spostarsi tra regioni di cui almeno una è arancione o rossa e per l’ingresso in Italia dai 27 Paesi dell’ Unione Europea.

Cos’è il green pass e quando arriva

Innanzitutto ci sono due Green Pass. Quello nazionale, italiano (e analoghi in altri Paesi) e quello europeo.

Quello europeo sarà a breve lo standard; quello italiano mira ad anticiparlo di qualche settimana per favorire le prenotazioni turistiche.

Il Green pass europeo, com’è e quanto è in vigore

Il Green Pass o Certificato Verde Digitale (Green Digital Certificate) europeo entrerà in vigore con un regolamento dal primo luglio. L’accordo trovato tra le istituzioni UE è di fine maggio. Il certificato si basa su un codice QR che contiene una firma digitale per proteggerlo dalla falsificazione.

A che serve il green pass europeo

Con la sua entrata in vigore i Paesi Ue non potranno più imporre ulteriori restrizioni – oltre appunto il possesso del pass – per chi viaggia nella UE. Quali la quarantena o i tamponi, “a meno che tali misure non siano necessarie e proporzionate per salvaguardare la salute pubblica”; queste misure vanno comunque notificate con 48 ore di anticipo alla UE.

Quanto costerà il pass europeo

La commissione aveva proposto che doveva essere gratuito, ma gli Stati si sono opposti. Il punto è che per rendere gratuito il pass bisogna rendere tale anche il tampone (mentre i certificati di guarigione e vaccino sono ovviamente gratuiti) e questo secondo gli Stati UE minacciava la loro libera determinazione in fatto di Sanità. La UE stanzierà però 100 milioni a sostegno dei tamponi in certi casi, come i lavoratori transfrontalieri e di servizi essenziali, per alleviarne i problemi (in attesa della loro vaccinazione).

Sarà redatto nella lingua nazionale del paziente e in inglese, valido in tutti i paesi dell’Unione Europea, Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera.

L’Europa ha fatto sapere che arriverà dal 10 maggio in sperimentazione in dieci Stati tra cui l’Italia e sarà attivo tecnicamente dal primo di giugno, con obiettivo di implementazione nazionale entro giugno. Un regolamento ue ad hoc stabilirà le regole del green pass.

Il green pass italiano

In contemporanea, l’Italia ha istituito un proprio green pass nazionale, con un decreto di aprile, e lo stesso hanno fatto alcune Regioni, anche se il tutto è al momento bloccato dal Garante privacy e il relativo certificato, pure ottenibile dal cittadino, non ha utilizzi effettivi.

Il pass è cartaceo, in partenza, per poi passare alla piattaforma tecnologica europea.

In teoria il green pass italiano è già in vigore, ma mancano gli ultimi dettagli per il debutto ufficiale in Italia; alcune Regioni però sono già pronte con i certificati vaccinali.

Pandemia in calo in Italia

Intanto in Italia molte regioni vanno verso colore bianco in giugno. Ieri ci sono stati solo 5.741 nuovi positivi al Covid-19, ma ancora 164 morti, con un tasso di positività al 2,3%, e l’indice di trasmissibilità del virus Rt che è sceso in una settimana dall’ 0.86 allo 0.78. In picchiata la curva dei nuovi casi, -30% in 7 giorni. Sul fronte vaccinazioni, mentre un italiano su tre ha ricevuto almeno una dose di siero anti-Covid, si punta ai giovani per l’estate, dopo che Pfizer ha dato il via anche alla sperimentazione sui bambini da 6 mesi a 11 anni.

Forse ci siamo quasi e lo possiamo dire: STIAMO TORNANDO A VIAGGIARE.

0

Torna Sopra

X